Cerca
  • Roberto De Pascale

Cene su misura solo per te

Oggi la nostra intervista sarà una vera gita perchè mi trovo sul bellissimo lago di Como.

Un lago molto amato, oggi come allora. Con giardini, ville, panorami unici. Uno specchio d’acqua dalle mille proposte sportive. Felicemente frequentato da un famoso George.

Sarà per la combinazione di montagna, parchi in fiore e fitti boschi. Per le dimore di delizia e i crotti con i pergolati. Da secoli il Lago di Como non smette di sedurre.

L'aria è luminosa, come descritta da Goethe nel suo Grand Tour. Le ville “si moltiplicano sulla verzura, sulle colline e si rispecchiano nelle acque”, come annotava Stendhal. Su un promontorio boscoso che precipita nel blu, Villa del Balbianello, gestita dal FAI, è stata scelta per le riprese di Casino Royale e per le scene d’amore di Star Wars II. Villa Carlotta, a Tremezzo, con il giardino all’italiana originario, è scrigno di capolavori d’arte.

Ci sono poi ville trasformate in grand hotel e dimore divenute buon ritiro di attori hollywoodiani. Interessanti anche le tappe dell’Itinerario Razionalista con case e monumenti progettati dall’architetto Giuseppe Terragni a Como. Il ramo di Lecco è segnato da percorsi di memoria manzoniana. A Colico, il popolo del surf aspetta la Breva o il Tivano, venti lariani portatori di buon tempo. Poi le salite ai belvedere: Brunate con la funicolare a cremagliera fino ai 700 m di altezza; il Faro Voltiano di San Maurizio con scala a chiocciola di 143 gradini, vista lago ed arco alpino; la funivia Pigra Argegno, per ammirare la parte meridionale del ramo comasco. Panorama d’elezione è quello che si gode dal battello. Tutti punti di vista d’incanto.



Qui incontro Francesca e Giampaolo, una bellissima coppia con tantissime idee.

Francesca mi racconta che durante il primo lockdown a causa della chiusura della struttura ricettiva sul lago di Como in cui entrambi lavoravano, lei come responsabile marketing e comunicazione e Giampaolo come executive chef dei 4 ristoranti dell'hotel, hanno iniziato a pensare ad un'alternativa per il periodo complicato che stava arrivando.

Molti amici e clienti li contattavano per sapere quando avrebbero potuto nuovamente gustare i piatti di Giampaolo e loro non sapevano cosa rispondere. Pertanto Francesca mi dice che era diventato necessario trovare una soluzione e tornare a vivere della frenesia e creatività che il loro lavoro aveva costantemente dato.



Il momento della cena ha da sempre rappresentato per loro un regalo di fine giornata, il momento in cui dedicarci del tempo. Sono sempre andati alla ricerca di luoghi o di alimenti che potessero far provare sensazioni nuove, accomunati dalla passione e dalla conoscenza per l'alta cucina. Così hanno pensato di unire questo all'ottima cucina gourmet di Giampaolo e alla sua esperienza come executive chef per proporre il servizio di chef a domicilio con cucina gourmet, una vera e propria coccola, che avrebbero proposto su misura del cliente, per soddisfare qualsiasi necessità e richiesta avesse.

Così è nato il loro progetto "cene su misura" per far vivere l'esperienza di un viaggio culinario gourmet cucito su misura del cliente, da gustare nell'intimità di casa sua.



Lo chef cucina direttamente a casa del cliente piatti gourmet caratterizzati dalla sua filosofia di cucina, la ricercatezza di accostamenti tra materie prime di eccellenza.

Francesca mi spiega come funziona questo bellissimo progetto e mi racconta che loro studiano insieme al cliente il menu sulla base dei suoi gusti e delle sue esigenze, nonché della stagionalità delle materie prime da utilizzare, loro si occupano della spesa, della preparazione del menù concordato, della mise en place e della stampa del menù. Arrivati gli ospiti lo chef si prende cura del servizio al tavolo descrivendo i piatti ai commensali e a fine pasti riordinano la cucina.

Non c'è nulla a cui il cliente deve pensare, solo godersi l'esperienza di una cena al ristorante direttamente a casa sua.

Giampaolo mi spiega che hanno definito due tipologie legate al momento della preparazione del menù concordato su cui il cliente può optare, si può scegliere di fare tutta la preparazione a casa del cliente e in questo caso assistere a tutte le fasi di preparazione dei piatti del menù, come una piccola masterclass su quanto verrà preparato oppure alcune preparazioni, solitamente le più lunghe, vengono fatte precedentemente e dal cliente si rifinisce soltanto, la scelta dipende molto da quanto tempo il cliente ha a disposizione.



L'interesse nei confronti della cucina è in continua crescita, durante il loro servizio si ha un contatto diretto con lo chef potendogli fare domande e soddisfare le curiosità dei commensali. Si instaura così un dialogo che difficilmente si riesce ad avere in un ristorante, sopratutto con lo chef. Francesca mi dice che hanno notato che i loro clienti apprezzano molto questo aspetto arricchendo la cena o pranzo proprio da questo momento di dialogo a fine pasto.

Trovo questo dialogo qualcosa di davvero unico e sorprendente, sopratutto per chi come me ama cucinare perchè non è facile potersi confrontare con uno chef, scoprirne i segreti, i trucchi dei fornelli e guardare e imparare con i propri occhi come si realizzano piatti gourmet. E poi trovo il dialogo un momento intimo, unico che avvicina questo progetto ai commensali rendendo il progetto un tutt'uno con chi lo richiede, non isolando il momento della cucina dalla cena.,

Portano avanti questo progetto uniti dalla passione e dalla volontà di trasmettere ai loro commensali un'emozione, vederli felici e appagati a fine pasto è la loro più grande soddisfazione, contribuire a questa felicità diventa il loro ingrediente segreto.

A novembre purtroppo il lavoro è un pò calato ma la cucina è una passione che brucia dentro e che è difficile contenere, sopratutto per lo chef che ha bisogno di esprimersi e sperimentare e così hanno aperto la loro pagina instangram @cenesumisura dove pubblicano i piatti gourmet che Giampaolo realizza cercando di far passare la stessa emozione che loro amano trasmettere durante il servizio.

E poi per esser sempre più vicini ai loro clienti e poter andare oltre i confini del Lago di Como hanno pensato a delle bellissime box di cui mi hanno omaggiato, dove Giampaolo descrivere accuratamente il menù, la preparazione dei piatti e gli ingredienti da utilizzare.Nella box Giampaolo inserisce tutti gli ingredienti che serviranno a realizzare il piatto e così in questo modo la sua cucina viaggia in tutta l'Italia realizzando avventure emozionali e culinarie a tutti, anche i meno bravi ai fornelli.

Vi invito a seguirli, a scoprire il loro mondo e la loro passione per la cucina perchè sono sicuro che sarete emozionati dal loro amore per questo mondo e proverete piatti davvero unici.



118 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti